Video Atletica Leggera

Loading...

sabato 19 gennaio 2013

Ostacoli


LA CORSA AD OSTACOLI   

GARY WINCKLER - Università dell'Illinois


Da The Athletic Congress’s TRACK AND FIELD COACHING MANUAL

Traduzione di LUCIANO BAGOLI (Tecnico ASA)
   




Nota per il lettore – Le figure e la denominazione degli esercizi non sono state adattate rispetto a quelle del testo originale.

   La corsa ad ostacoli è una gara ritmica di velocità. La velocità è un requisito di base, ma l'abilità di esprimere la velocità in modo ritmico è più importante. Il principiante vede l'ostacolo come una barriera e considera più di doverlo saltare invece che di dovergli correre sopra; ma la corsa ad ostacoli non è una gara di salto.
   La prima lezione da impartire è che il superamento dell'ostacolo richiede solo un passo di corsa allungato, con la più piccola deviazione possibile dalla corsa corretta di sprint.
   Poiché la corsa ad ostacoli è sprint, la capacità fisica più importante è la velocità. E' sufficiente guardare i tempi dei record mondiali femminili sugli ostacoli: 12.29 per i 100 hs e 52.61 per i 400 hs (attualmente 12,21 e 52.34. NdT). Questi sono buoni tempi sul piano ancora prima di aggiungere 1 o 2 secondi - o più - per superare i 10 ostacoli. La chiave per un buon “ostacolismo” è l'adattamento della velocità alla distanza tra gli ostacoli. Qui è dove il ritmo diviene un ingrediente fondamentale per il successo. I nove fattori che contribuiscono al successo sugli ostacoli sono:
·      velocità, il più importante attributo dell'ostacolista;
·      ritmo, necessario per adattare la velocità dell'atleta alla corsa con ostacoli;
·      flessibilità, che incrementa l'ampiezza di movimento;
·      forza, vitale per tutti i movimenti esplosivi e veloci;
·      resistenza, necessaria per mantenere la tecnica alla  fine della gara;
·      coordinazione ed equilibrio, critici nel superamento dell'ostacolo alla massima velocità;
·      tecnica, che deve essere sviluppata per il successo;
·      concentrazione, consistente nella volontà,  determinazione e motivazione;
·      struttura fisica, in particolare lunghi arti inferiori.

   Di questi nove fattori, tutti tranne la struttura fisica possono essere notevolmente incrementati da un allenamento appropriato.

... se volete leggere l'intero articolo, selezionate il link qui sotto:


Nessun commento:

Posta un commento